QUELLO CHE CI RENDE UMANI

Titolo originale: Quello che ci rende umani
Paese di produzione: Italia
Anno: 2022
Durata: 28 min.
Genere: Corto, Fantascienza, Thriller, Visionario
Regia: Lorenzo Bussone

In un mondo perfetto, dove si possono provare emozioni solo attraverso un dispositivo tecnologico, ci sono alcuni che ancora tentano di resistere contro le imposizioni del sistema. Jack, un giovane, scopre accidentalmente la sconcertante verità che si cela dietro un nuovo aggiornamento del dispositivo, che rende possibile registrare i sogni. Aiutato da Sam, un abile hacker, Jack intraprenderà una pericolosa missione per recuperare dei dati che potrebbero cambiare la realtà così come la conoscono. Lungo la strada incontrerà Judy, una giovane donna in cerca del suo posto nel mondo. Insieme, si vedranno posti di fronte a una impossibile.

Questo cortometraggio rappresenta il trailer esteso di “Quello che ci rende umani”, ovvero un film che ancora non esiste ma di cui, in questa presentazione, ne sono messi in scena i temi principali e alcuni punti di svolti cruciali della trama. La nostra speranza è di poter attirare l’interesse del maggior numero possibile di persone che, come noi, possano convincersi della necessità di vedere al più presto questo film nelle sale.

Perché crediamo nella necessità di un film del genere?

Non soltanto perché esso affronterebbe temi di grandissima attualità e rilevanza, come: la questione della privacy, lo sfruttamento dei dati, la crisi ambientale e il problema della dipendenza dalle tecnologie; ma soprattutto perché potrebbe rivoluzionare l’ormai stanco genere della fantascienza (quella italiana in particolare). Difatti, a causa dell’ostinazione dei nostri cineasti di rifarsi ai modelli cinematografici hollywoodiani senza però poterne eguagliare le quanto i cast stellari, si è assistito negli ultimi anni ad una saturazione nel panorama fantascientifico nostrano di prodotti mediocri, pallide imitazioni incapaci di competere nel mercato internazionale.

L’obiettivo di questo film è di unire l’azione pura dei grandi blockbuster d’oltreoceano (ovvero “l’intrattenimento”, ma in chiave grottesca e demistificatoria) all’azione intellettuale dei film d’autore europei (ovvero “l’arte”, con l’espressione di una visione originale senza compromessi); il tutto attraverso la presentazione di una storia avvincente ambientata in un mondo fittizio, che in realtà ricalca quello in cui viviamo oggi. Questa similarità permetterebbe oltretutto la di un film di fantascienza senza l’impiego di dispendiosi effetti speciali.

filmfreeway.com/Whatmakesushuman456

Come è stato il film ?
+1
1
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
+1
0
By Anam

I'm A Fucking Dreamer man !

0 Comment

No Comment.

Related Posts

AGRAfilm è ONLINE AGRAfilm è OFFLINE