DAYS OF GRAY

Titolo originale: Days of Gray
Paese di produzione: Islanda
Anno: 2013
Durata: 78 min.
Genere: Drammatico, Fantastico, Fantascienza, Musicale
Regia: Ani Simon-Kennedy

Un mondo senza più parole. Un mondo dove ti insegnano a rispettare le regole. Un mondo dove possiedi solo ciò che è strettamente necessario e dove, se esci, devi metterti la maschera. Solo un ragazzo osa sfidare questo ordine costituito e dovrà fare una difficile. Le immagini, senza dialoghi, si fondono magicamente con la musica dei Hjaltalín.

Originariamente concepito come un video musicale per gli HjaltalĂ­n (una indie che gode di grande popolaritĂ  nella loro patria, l’Islanda), il sorprendente debutto di Simon-Kennedy “Days of Gray” immagina un futuro senza parole e racconta una dolceamara storia di coming-of-age incentrata su un ragazzo che osa mettere in discussione e, in seguito, violare le rigide regole.

L’eroe pubescente vive con i suoi genitori e la nonna, in un piccolo cottage isolato dalle case delle altre famiglie. Durante le sue missioni di ricerca, raccoglie i manufatti del che sono evitati e bruciati dagli anziani. Un giorno, incontra una ragazza stracciona e dai capelli selvaggi che abita nella grotta in riva al mare e lo introduce nel mondo dei colori…

Ravvivato dalla nuova amicizia e dalle prospettive di speranza, l’ambiente scialbo e terroso del ragazzo, fatto di pareti di legno, abiti bianchi e inutili maschere per respirare (grandi complimenti a Nell Tivnan e Christian Kjærulf Praksti per la bella produzione e i costumi fuori dagli schemi) è meravigliosamente inquadrato da Cailin Yatsko. Lo stesso vale per il paesaggio desolato e alienante – un personaggio a sĂ© stante. Lodevole è anche la partitura sognante ed evocativa di HjaltalĂ­n che informa lo mentale ed emotivo dei protagonisti non parlanti, così come l’acuta sensibilitĂ  della regista nel guidare sia i bambini che gli attori esperti. Considerando che lavora in un paese che non ha mai visitato prima (e che probabilmente non parla islandese), è un risultato notevole.

Spread the love

Related posts

By Anam

I'm A Fucking Dreamer man !

0 Comment

No Comment.

Related Posts